Apprendistati di Alta Formazione, di Ricerca e per Professioni ordinistiche

L’apprendistato è disciplinato dal D.Lgs 81/2015 “Disciplina organica dei contratti di lavoro”, che prevede tre tipologie di contratti di apprendistato:

1. Apprendistato di alta formazione

2. Apprendistato di ricerca

3. Apprendistato per l’accesso alle professioni ordinistiche

e dal DM 12 ottobre 2015, che definisce gli standard formativi e i criteri generali per la realizzazione dei percorsi di formazione dell’apprendistato di I e III livello.

1. Apprendistato di alta formazione per conseguimento laurea, laurea magistrale e a ciclo unico, master, dottorato

E’ un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato al conseguimento di un titolo di studio universitario (laurea, laurea magistrale, laurea a ciclo unico, master di I e II livello, dottorato). E’ un contratto a causa mista ossia prevede contestualmente l’assolvimento dell’obbligo lavorativo e dell’obbligo formativo tramite l’integrazione della didattica accademica con la formazione aziendale e può essere stipulato con giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni iscritti ad un corso di studio universitario.

Il D.Lgs 81/2015 all’art.45 rimette alle Regioni  regolamentazione e durata del periodo di apprendistato e la RER ha recepito la normativa nazionale nella Dgr. 963 del 21/06/2016 frutto del Protocollo d’intesa siglato con le Università e le parti Sociali (http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/apprendistato)

I vantaggi per le aziende sono di tipo retributivo/contributivo / fiscale ed economico, oltre al fatto di inserire una risorsa con alto potenziale che può contribuire ad innovare i processi/prodotti aziendali.

I vantaggi per lo studente sono: il contratto di lavoro, le  tutele assicurative/previdenziali, poter conseguire il titolo sviluppando competenze professionali e trasversali oltre che scientifico/disciplinari, rimborso delle tasse di immatricolazione e/o iscrizione agli anni successivi.

2. Apprendistato di ricerca

E’ un contratto è finalizzato alla realizzazione di attività di ricerca destinato a giovani fino a 29 anni in possesso di Laurea Magistrale o titoli superiori. La durata del contratto per attività di ricerca è definita, nell’ambito del PFI dell’apprendista, in rapporto alla durata del progetto di ricerca, da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 3 anni. Il contratto può essere prorogato fino ad un anno, in presenza di particolari esigenze legate al progetto di ricerca, previa modifica e aggiornamento del PFI.

Il percorso formativo dell’apprendista è definito nel Piano Formativo individuale, in coerenza con il progetto di ricerca e le mansioni assegnate all’apprendista. In coerenza con quanto stabilito dal Decreto Interministeriale 12/10/2015, la formazione è ripartita in:

- interna pari al 20% del monte ore annuale contrattualmente previsto

- esterna 80 ore annue

Qualora l’apprendista sia assunto da uno dei soggetti cui le aziende possono rivolgersi per siglare la convenzione per l’attivazione di un apprendistato per la ricerca, la formazione esterna non è dovuta. Il progetto è realizzato in convenzione con Università.

3. Apprendistato per la pratica per l’accesso alle professioni ordinistiche

E’ un contratto è finalizzato al conseguimento dell’attestato di compiuta pratica per l’ammissione all’esame di Stato per l’accesso alle professioni ordinistiche ed è destinato a giovani tra i 18 e i 29 anni iscritti nel registro dei praticanti secondo le specifiche di ciascun Ordine.

La durata del contratto è non inferiore a 6 mesi e non superiore a 24 mesi, in rapporto al conseguimento dell’attestato di compiuta pratica per l’ammissione all’esame di Stato. Il contratto di apprendistato può essere acceso sia all’inizio del periodo di pratica che in un momento successivo.

Standard formativi, contenuti e durata della formazione sono definiti nel Piano Formativo Individuale, in coerenza con i rispettivi ordinamenti professionali e la contrattazione collettiva nazionale.

La formazione interna è pari al 20% del monte orario annuale contrattualmente previsto (Decreto Interministeriale 12/10/2015). La formazione esterna non è obbligatoria.

Per ulteriori informazioni, chiamare Ufficio Orientamento al lavoro e Placement UNI MORE – Marilena Ravetto   marilena.ravetto@unimore.it - Tel. 059 2057094